Sorpresa, Zingaretti diventa renziano!

image

Doveva essere (o almeno tanti lo speravano) l’Anti-Renzi. Lui, sostenitore del centrosinistra vecchia maniera, ultimo dei bettiniani a rivendicare il modello Lazio, critico verso le aperture a destra dell’ex sindaco di Firenze. Lui, coerente e sorridente nella piazza di D’Alema, Boldrini e Pisapia, comprensibilmente incensato da Sel e company che hanno trovato nel palazzone di Via Cristoforo Colombo un piccolo Eden. Ma in politica le cose cambiano velocemente e in vista delle prossime elezioni regionali, in programma a marzo (forse nello stesso giorno delle Politiche), Nicola Zingaretti ha cambiato strategia. Dopo mesi di congetture, analisi, ipotesi, il governatore uscente ha chiarito che vuole costruire una coalizione ampia, che comprenda anche i moderati. Cioè Alternativa Popolare di Angelino Alfano e affini, magari sotto forma di lista civica per non destare troppo allarme nei sostenitori tradizionali del partito. Del resto il Pd è in difficoltà (alle ultime Amministrative nel Lazio ha perso dovunque) e la Sinistra (Smeriglio e partners) non sembra poter compensare le perdite (è già un miracolo che abbia trascorso cinque anni al governo). Dunque Zingaretti imbarcherà anche quelli che finora hanno guardato a destra. Esattamente come Matteo Renzi. Per rendere più semplice l’allagamento della coalizione, il governatore manterrà il listino bloccato (rimasto soltanto nella legge elettorale del Lazio), che consentirà di dare un posto in Consiglio (ovviamente in caso di vittoria) a dieci candidati (in tutto sono cinquanta). Riconfermarsi alla guida di Via Cristoforo Colombo non sarà facile per Zingaretti. Non è un caso che nessun governatore del Lazio sia stato rieletto. Ma può farcela. Lui non si tira indietro. I suoi elettori concorderanno con il suo piano elettorale o storceranno il naso? Chissà. Ancora è presto per trarre conclusioni. Se non quella che, ancora una volta, trionfa la Realpolitik. Quella che smentisce proclami e rivendicazioni ideologiche. Se solo i politici fossero più prudenti…

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Punto di svista e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...