Romano (Pd) e gli altri. Liberateci dagli intellettuali-ultrà

E’ una delle figure emergenti della politica nostrana: l’intellettuale-ultrà. Viene presentato come indipendente (più o meno) prima delle elezioni, schierato nelle liste, animato, ovviamente, da un interesse per la comunità che l’ha convinto a impegnarsi nel Palazzo. Bastano pochi mesi e questo presunto intellettuale getta la maschera e si rivela un faziosissimo supporter del partito a cui ha aderito, spesso dopo averne girati diversi. Succede a sinistra e a destra, con alcune eccezioni. Una volta c’erano gli intellettuali “organici”, che a me sono sempre apparsi un ossimoro: l’intellettuale non dovrebbe essere sempre e comunque “disorganico”, pena la perdita del titolo? Adesso, invece, ci sono gli intellettuali-faziosi, che è molto peggio. Andrea Romano, ora del Pd ma eletto alla Camera con il partito di Monti in quota montezemoliana, è un esempio perfetto. Lo vedi a tutte le ore in tv a scagliarsi contro i 5 Stelle o a difendere l’indifendibile dei Democratici e del governo Renzi. Eppure proprio Romano era (o forse appariva) un saggista, uno studioso della politica internazionale, uno storico, pure professore all’università. Diventato, nel giro di pochi mesi, un ultrà nel triste agone politico italiano.

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Persone, Punto di svista. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...