Il Pd diventa Margherita e sceglie Renzi. Ora chi lo dice a Rutelli?

Il Pd si sta trasformando nella Margherita d’un tempo, quella di cui l’ex sindaco di Roma era il leader indiscusso. Non solo. Gran parte dei dirigenti Democratici hanno deciso di puntare su un ex popolare, Matteo Renzi. Uno che, assicurano in tanti, ha in testa un percorso preciso, lo stesso che riportava il titolo di un libro che un giovanissimo Matteo scrisse di getto: «Da De Gasperi agli U2». Una strada che ricorda quella segnata proprio da Rutelli.

La corsa del sindaco di Firenze sembra inarrestabile. Chi lo conosce dice che è sempre avanti agli altri. Soprattutto nell’intercettare il consenso, nel capire gli italiani. Adesso se ne è accorta anche la parte più numerosa del Pd, che, d’un tratto, vorrebbe incoronare Renzi alla guida del partito (anche per tentare di proteggere il governo guidato da Letta). Meglio tardi che mai.

Eppure nessuno dice che il percorso politico del Pd e tanti comandamenti di Matteo, sono quelli immaginati anni fa proprio da Francesco Rutelli e, in parte, naufragati per colpa degli errori compiuti dall’ex sindaco. L’ambientalismo (tanto da avere una fondazione agguerrita che ha organizzato molti seminari internazionali), la vocazione maggioritaria del Pd, la costruzione di un partito dei moderati, d’ispirazione blairiana, che potesse parlare anche ai delusi del centrodestra, sono stati, negli anni, i cavalli di battaglia di Rutelli. Che ora, saggiamente, Renzi recupera e rivede a modo suo. In fondo anche nella passaggiata di Renzi e Marino ieri ai Fori Imperiali è aleggiato Rutelli, che è stato il primo sindaco di Roma a sistemare quell’area, pensando di rivalutarla come zona archeologica e non come parcheggio. Eppure Rutelli ormai sembra relegato nella soffitta della politica o da qualche parte a mangiare pane e cicoria. Come se non bastasse, deve subire anche l’ultima beffa. Si sente spesso: «Le idee di Renzi? Copyright Veltroni!».

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Punto di svista. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...