Grillo al Quirinale. Con la sua auto

La sostanza politica è quella che ci si aspettava: i 5 Stelle chiedono di avere il mandato dal presidente Napolitano per formare un governo. Con l’occasione hanno di nuovo snocciolato i punti principali del loro programma. Ma ci sono due cose che rendono l’incontro tra Beppe Grillo e Giorgio Napolitano un vero successo. La prima è che il comico genovese avrebbe assicurato al Capo dello Stato che non lo chiamerà più Morfeo. Il soprannome era dovuto all’accusa rivolta da Grillo al presidente di firmare qualsiasi decreto (anche il lodo Alfano e simili) perché, appunto, “addormentato”. Ora, seppur in zona Cesarini, hanno siglato la pace.La seconda cosa è davvero straordinaria, almeno nel nostro Paese: vedere entrare e uscire dal Quirinale un leader politico con la propria macchina. Io ero lì quando la Kia Carnival nera, guidata da Walter, è arrivata. Poi, dopo un’oretta, è uscita. Niente auto blu e niente scorte, come dovrebbe succedere in un Paese normale.

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Punto di svista, Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...