Grillo attacca tutti. Ma nel M5S crescono i dissidenti

Beppe Grillo non si guarda indietro e sul blog attacca i politici che lo criticano. Al centro delle polemiche c’è soprattutto il post che ha scritto dopo la partecipazione a Ballarò della consigliera 5 Stelle a Bologna Federica Salsi. Non l’ha mai nominata ma l’attacco è stato volgare ed eccessivo. Ieri il comico ha rimandato al mittente le critiche. Ma nel MoVimento qualcosa sta succedendo. Soprattutto in Emilia Romagna, che è da sempre il cuore del «non partito».
A Bologna ieri si è tenuta un’assemblea di attivisti, a cui ha partecipato, sollecitato dagli stessi iscritti, anche il primo espulso dal MoVimento, il consigliere ferrarese Valentino Tavolazzi. Tra le proposte lanciate, che saranno portate all’attenzione della Rete, anche alcune su tempi e modi per scegliere i candidati alle elezioni politiche. Un’altra grana per Grillo e il cofondatore del MoVimento, Gianroberto Casaleggio.
Da parte sua, ieri Grillo non ha risparmiato i politici, che ormai fanno credere che «l’indignazione gridata è una minaccia, ogni giudizio è un’offesa al galateo, alla forma, a una categoria». Insomma, ha insistito, «il Sistema, nelle sue varie e molteplici forme, diverse, ma protette dal medesimo scudo di perbenismo, da una vernice di merda decennale che non puzza, ma soltanto “odora”, usa il politically correct per mozzare le lingue, etichettare, isolare chiunque ritenga altro da sé». Non fa nomi il comico ma si capisce a cosa si riferisca quando scrive che «la verità offende persino quando, per conclamarla, si usano metafore o perifrasi. Se la verità offende, la metafora offende sommamente se riferita alla sfera sessuale». Grillo si riferisce a quel «punto G», simbolo del piacere di alcuni attivisti per la tv, che il comico ha «condannato» pochi giorni fa. E allora, aggiunge, «Giordano Bruno oggi non sarebbe più bruciato a Campo de’ Fiori con una mordacchia in bocca, ma analizzato nelle sue deviazioni intollerabili, nelle sue enunciazioni eretiche, durante infiniti talk show e con fuori onda di novizi inconsapevoli di essere ripresi». Grillo cita l’Orwell di «Politics and the English Language» per dire che «il linguaggio politico è inteso a far sembrare veritiere le menzogne e rispettabile ogni nefandezza, e a dare una parvenza di verità all’aria fritta». Quindi «la verità è ormai diventata insulto». Insomma, «la nostra lingua, la libertà di parola, è minacciata, castrata da un neo puritanesimo, da un “politically correct” asfissiante che – lamenta – annulla la verità e uccide qualunque confronto».
Anche gli attivisti dell’Emilia Romagna vogliono confrontarsi.Pochi giorni fa a Piacenza è stato confermato, a maggioranza quasi «bulgara» (78 voti a favore su 81) il consigliere regionale Giovanni Favia, isolato (ma non cacciato) da Grillo dopo il fuorionda trasmesso da Piazza Pulita in cui Favia sottolineava l’assenza di democrazia nel MoVimento e lo strapotere di Casaleggio. Ieri all’assemblea di Bologna è stato riaccolto Tavolazzi. Un incontro, a porte chiuse, in cui si sarebbe discusso soprattutto delle modalità di selezione dei candidati alle Politiche del 2013 e della piattaforma di voto online già presentata alcune settimane fa da Tavolazzi a Ferrara. In ogni caso la base ha dato sostegno ai «dissidenti». Che ne penseranno Grillo e Casaleggio?

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Punto di svista. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...