Partiti disumani e tromboni spaventati

Questi partiti sono disumani. Forse è anche per questo che nessuno vuole accomodarsi in seconda fila. La “resistenza” dei D’Alema, dei Veltroni, delle Bindi e di tutti gli altri che non prendono nemmeno in considerazione l’eventualità di fare un passo indietro mi sembra dettata non solo dalla loro avidità ma anche dal fatto che una volta fuori dal partito vengono cancellati. Forse se i partiti recuperassero il senso di comunità che li animava un tempo le “solite facce” farebbero meno fatica ad accomodarsi in seconda o terza fila.

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...