Tolstoj e Bulgakov, l’arte di iniziare un libro

Lo straordinario  Anna Karenina di Tolstoj  comincia così: “Tutte le famiglie felici si somigliano; ogni famiglia infelice e’ invece disgraziata a modo suo”. Il racconto Morfina di Bulgakov: “Le persone assennate si sono accorte che la felicita’ e’ come la salute: quando ce l’hai, non ci fai caso”.

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Tolstoj e Bulgakov, l’arte di iniziare un libro

  1. Marcello ha detto:

    Non può essere un caso che in nessuna lingua terrestre esista l’espressione ‘Bello come un aeroporto’. Gli aeroporti sono brutti. Alcuni molto brutt. Certi raggiungono un livello di bruttezza che può solo essere il risultato di uno sforzo consapevole (incipit di “La lunga oscura pausa caffè dell’anima”, Douglas Adams).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...