Rutelli è un galantuomo ma sbaglia strategia

Credo che Francesco Rutelli, ora leader di Api, in passato ottimo sindaco di Roma, non abbia preso un euro per sé dalla montagna di denari della Margherita, amministrati dall’ex tesoriere Lusi. Non solo penso che Rutelli sia una persona perbene. Penso anche che, pur essendo un politico navigato, non abbia mai avuto quel cinismo di cui fanno mostra, a volte solo in privato, tanti suoi colleghi. Fatta questa premessa, sono convinto che Rutelli abbia completamente sbagliato la sua strategia difensiva. Prima dice di non aver avuto soldi da Lusi (forse intendeva per sé) e poi si scopre che alcuni fondi sono stati girati da Lusi alla sua fondazione (come è del tutto legittimo visto che quei soldi sono rimborsi elettorali della Margherita. Mica sarà una colpa avere avuto un avanzo di cassa di una trentina di milioni, a fronte dei bilanci in rosso o al limite in pareggio degli altri partiti!). Ma la cosa più grave è stata che Rutelli ha cominciato ad attaccare il Pd, a invitare i giornalisti a guardarsi i rendiconto dei Democratici. Brutta reazione, forse dettata dalla sindrome dell’uomo accerchiato, e secondo errore macroscopico di comunicazione. Per me Rutelli resterà un galantuomo ma credo che non riuscirà a spiegare come mai in dieci anni non ha buttato un occhio sui bilanci. Come mai, visto che lui e Lusi erano gli unici ad avere la firma sul conto corrente, non è andato in banca a chiedere un estratto conto. Come mai non ha chiesto chiarimenti a Lusi. Ovviamente è in buona compagnia, visto che nessuno si è accorto dei milioni di euro stornati da Lusi. In fondo per gli addetti alla politica non è tanto strano. A Rutelli bastava dire: Lusi era il tesoriere, tutti si fidavano di lui (anche per i veti reciproci che ci sono nelle correnti dei partiti), io in questi anni mi sono occupato di altro. Ho sbagliato a fidarmi di lui ma tutti i soldi della Margherita che ho avuto li ho usati per attività politiche. Sfido chiunque a dimostrare il contrario. Non era meglio?

Annunci

Informazioni su albertodimajo

Giornalista (lavora per il quotidiano Il Tempo). Appassionato di comunicazione politica e crostate. Laureato in Filosofia, ha scritto alcuni libri su MoVimento 5 Stelle, democrazia e casta. E' cultore della materia all'università Luiss.
Questa voce è stata pubblicata in Punto di svista. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...